Le menti brillanti puntano sull’acido folico

L’essenziale in breve:

  • L’acido folico sembra avere un influsso positivo sulle capacità di concentrazione e sulle prestazioni intellettive dei bambini
  • Bassi livelli di folato nel primo periodo di gravidanza aumentano la probabilità di una successiva iperattività del bambino

Disturbo neurologico funzionale 

Il disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD) è il disturbo del comportamento più frequentemente diagnosticato nell’infanzia e nell’adolescenza, e colpisce più i ragazzi che le ragazze. Si ritiene che la causa primaria dell’ADHD sia un disturbo neurologico funzionale, in parte genetico ed epigenetico.

Bassi valori di acido folico, maggiore rischio

L’interrelazione tra acido folico e ADHD è un tema affrontato di rado. Tuttavia, vari studi a lungo termine hanno dimostrato che bassi livelli di acido folico nella madre durante il primo periodo di gravidanza aumentano il rischio di successivi problemi comportamentali nel bambino. Anche una carenza di acido folico nei bambini in età scolare può provocare problemi comportamentali.